#TROPPONAPOLETANO il 7 aprile nei cinema


Vi siete mai chiesti che voglia dire sentirsi #tropponapoletano? Forse per chi non è napoletano, può sembrare strano capire come si sente un vero napoletano; la mia famiglia è di origine napoletana, innamorata di una cartolina, innamorata del Vesuvio che si staglia sul lungomare Caracciolo durante le passeggiate, posso confermare che si, anche se non vivo a Napoli, ci si può davvero sentire #tropponapoletani.
La napoletanità la si ha nel sangue, nell'indole; Napoli si ama così con i suoi pregi e i suoi difetti, con il suo dialetto veloce e a volte incomprensibile, con i vicoletti stretti e affollati, con i panni stesi e le signore che spettegolano per le strade anzi direi le comari, come si dice a Napoli, con la pizza alta e morbida ca pummarola n'goppa, con il basilico fresco, con la sfogliatella, con il mandolino e le canzoni napoletane, con la bandiera bianco azzurra, con il tifo più bello che ci sia, con le difficoltà da risolvere, questo e altro ancora vuol dire sentirsi #tropponapoletano.
Napoli è nel cuore e nell'anima o non c'è proprio, o tutto o niente.
Il 7 aprile nei cinema il nuovo film #tropponapoletano, in tutte le sale campane, con la sua ironia, il suo sarcasmo ma anche la sua serietà. Alessandro Siani, per la prima volta in veste di produttore, presenta un suo lavoro che vede protagonista Gennaro, un bambino di 11 anni, che non accetta etichette, e con gli occhi ancora giovani racconta e narra una storia d'amore dal punto di vista di un bambino che racconta le mille sfumature della città.
Una commedia leggera, e divertente.. Quando il suo ex marito, un popolare cantante neomelodico, perde la vita lanciandosi dal palco per fare stage diving, Debora (Serena Rossi) si preoccupa per suo figlio Ciro (Gennaro Guazzo) di undici anni. Il ragazzino sembra molto turbato, al punto da non mangiare più neanche il ragù domenicale. Angosciatissima la madre lo porta da Tommaso (Gigi), psicologo dell’infanzia timido e imbranato. Il dottore scoprirà però che a turbare Ciro non è solo la perdita del padre, quanto piuttosto le sue prime inquietudini amorose. I due faranno così un patto: lo psicologo aiuterà il bambino a conquistare la sua amata compagna di classe, mentre lui gli darà una mano per farlo fidanzare con sua madre..
01 Distribution distribuisce il film prodotto da Siani, con un cast d'eccezione Gigi e Ross (comici di Made in Sud) e la talentuosa Serena Rossi, si presenta come un film brioso, divertente e a tratti romantico, che scava nelle abitudini e nelle caratteristiche del popolo partenopeo con le sue mille sfaccettature.
Ecco il link del backstage ufficiale, dove ognuno prova a spiegare come ci si sente ad essere #tropponapoletano; e questa è la pagina facebook ufficiale.
#tropponapoletano nell'anima e nel core, dentro e fuori, è così che ci si sente.

Buzzoole

Share this:

COMMENTS

8 commenti:

  1. Proprio oggi ho visto il trailer :-)
    Penso proprio che sia molto divertente!!!

    The Princess Vanilla

    ReplyDelete
  2. Adoro canzoni napoletane!!!!!)))))
    Elena
    http://signorinaclub.ru/pink-lemons-birthday-den-rozhdeniya-rozovogo-limona/

    ReplyDelete
  3. Non vedo l'ora di vedere questo film, io adoro Siani
    Alessandra

    ReplyDelete
  4. ahahahhahaha voglio vederlo!
    Claudia
    www.claudiasartorelli.com
    facebook & Instagram "claudiasartorelloblog"

    ReplyDelete
  5. sono davvero curiosa

    un abbraccio
    Cri
    www.2fashionsisters.com

    ReplyDelete

I'm so curios to read your opinion, thank you for sharing!